Tagged: oceano

Roberto Cacciapaglia




4.99€ – Atlantico






4.99€ – Oceano







 

Roberto Cacciapaglia
Roberto-cacciapaglia.jpg

Roberto Cacciapaglia

Nazionalità Italia Italia
Genere Musica contemporanea
Musica elettronica
Musica sperimentale
Periodo di attività 1975 – in attività
Strumento pianoforte
Sito web

Roberto Cacciapaglia (Milano, 1953) è un compositore e pianista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studi e primi anni di carriera[modifica | modifica wikitesto]

Si diploma in composizione presso il Conservatorio Giuseppe Verdi della sua città sotto la guida di Bruno Bettinelli, dove studia anche direzione d’orchestra e musica elettronica. In quegli anni lavora allo studio di Fonologia della Rai e collabora con il CNR di Pisa studiando le applicazioni del computer in campo musicale. Èd è da inserire in questa ricerca la sua collaborazione del 1972 con Franco Battiato nel tour del disco Pollution[1].

Intorno 1974 entra in contatto con Rolf Ulrich Kaiser dell’etichetta tedesca Ohr, allora specializzata soprattutto nella produzione e diffusione di artisti impegnati in ricerche sulla musica cosmica, che pubblicherà il suo primo disco dal titolo Sonanze. Da questo primo lavoro traspare la volontà di sperimentare con strumenti della musica elettronica del tempo come tastiere e sintetizzatori, unendoli ad un impianto di matrice colta e sinfonica contemporanea[1].

Anni ottanta[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1986 è pubblicata da Ricordi l’opera in due atti Generazioni del cielo, rappresentata in prima assoluta al Teatro Metastasio di Prato e, in seguito, al Teatro Lingotto di Torino. Dello stesso anno è Lamentazioni di Geremia commissionata dal Festival Internazionale di Tel Aviv.

Nel 1988 esegue inoltre, al Festival Aterforum di Ferrara, In C con Terry Riley, brano manifesto del minimalismo in musica, la cui registrazione è di recente pubblicazione in Russia insieme all’inedito Transarmonica (1988). Di quegli anni sono Aurea carmina (1988), su commissione dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, Il segreto dell’Alba (1989), balletto-pantomima commissionata dal Teatro Comunale di Bologna, “UN GIORNO X” (1990), opera video rappresentata al Conservatorio di Milano con la partecipazione di Gianna Nannini e l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali, e la fiaba musicale Le mille e una notte (1991), rappresentata al Festival di Berlino “Berliner Festspiele” e successivamente al Festival di Spoleto.

Sguardo generale alla carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cacciapaglia ha presentato le proprie composizioni in teatri prestigiosi e per importanti istituzioni sia in Italia che all’estero, fra cui: Teatro Comunale di Bologna, Conservatorio di Milano, Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma, Berliner Festspiele di Berlino, Festival Internazionale di Tel Aviv, Festival di Campinas in Brasile, Passatge de la Pau a Barcellona, Festival di Spoleto, Lingotto a Torino, Duomo di Milano, Teatro di San Carlo a Napoli, Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, Auditorium Parco della Musica di Roma, Teatro degli Arcimboldi di Milano, World Event Abu Dhabi, Teatro Carignano di Torino, Maiden Tower di Baku in Azerbaigian, Teatro Bibiena di Mantova, Festival di Ravello, Teatro Morlacchi di Perugia, International House of Music – Mosca, Beloselskih- Belozerskih Palace – San Pietroburgo, Conservatorio di Istanbul, Palazzo Reale di Milano, Auditorium della Radio Nazionala Slovacca – Bratislava, Ankara Piano Festival, Teatro del Giglio di Lucca, Open Air Theatre di Expo 2015 di Milano e molti altri. Fondatore della Educational Music Academy – Accademia musicale che nasce con l’obiettivo di dare voce ai giovani talenti musicali, compositori e interpreti, pianisti e musicisti, affiancandoli per realizzare i loro progetti a livello professionale.

Dal lungo sodalizio artistico intrapreso con la Royal Philharmonic Orchestra prendono vita i suoi CD: Quarto tempo; Canone degli spazi; Ten Directions – Il lancio del pensiero.

Il maestro riscuote grandi successi nelle sue esibizioni dal vivo, non solo in Italia. Ne è testimonianza il tour che intraprende in Russia, con tappe a Mosca (International House of Music), e a San Pietroburgo (Beloselskih- Belozerskih Palace). Seguono i concerti a Barcellona, Bratislava, Ankara Piano Festival e Istanbul, dove tiene anche alcuni seminari e workshop presso l’ITU Turkish Music State Conservatory.

Spesso ospite de La Milanesiana di Elisabetta Sgarbi, ha tenuto vari concerti tra cui quello con Derek Walcott, Premio Nobel per la letteratura, e Mente Radiosa, scritto per la serata con Rita Levi-Montalcini, Premio Nobel per la medicina.

Roberto Cacciapaglia ha composto dagli anni ottanta molti jingle musicali per le pubblicità italiane. Secondo i brani depositati alla SIAE dal musicista ci sarebbero quelli scritti per la Recoaro (Acqua Brillante, Aranciatissima), Rocchetta, Air Canada, Bayer (Alka-Seltzer, Aspirina C), Alpitour, Nestlé (Antica Gelateria del Corso), Aprilia, Assarredo, Autobianchi (Autobianchi Y 10), Rai, Banca Antonveneta, Banco Ambrosiano Veneto, Barilla (Pasta Barilla), Galbani (Bel Paese), Henkel (Bio Presto, Dixan), Wührer, Vicenzi (Biscotti Vicenzi), Boario, Roberto Botticelli, Braun (Ferro da Stiro, Sveglia Reflex Control), Umberto Romagnoli, Malerba (Calze Malerba), Campari (Campari Soda), Cisalfa, Citroën (Citroën AX 11 VIP Style, Citroën BX TD, Citroën ZX), Colmar, ING Direct (Conto Arancio), RCS MediaGroup (Corriere della Sera), Saiwa (Premium Saiwa), Star (Dado Star), Fratelli Fabbri Editori (Mille Idee in Cucina), Edizioni San Paolo (Famiglia Cristiana), Ferrarelle, FIAT (Fiat Uno Turbo, Fiat Ritmo, Fiat Uno, Lancia Dedra), Allianz (Genialloyd), Geotelekom, Gio’Style, Hotpoint, Illycaffè, Coswell (Istituto Erboristico L’Angelica), Mars (Kitekat Talking Cats), Lacoste.[2]

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Antonello Cresti, Solchi Sperimentali. Una guida alle musiche altre, CRAC Edizioni, 2014, ISBN 978-88-97389-18-7.
  2. ^ Archivio Opere Musicali, su operemusicali.siae.it. URL consultato il 13 novembre 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonello Cresti, Solchi Sperimentali. Una guida alle musiche altre, CRAC Edizioni, 2014, ISBN 978-88-97389-18-7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN29799280 · ISNI: (EN0000 0000 0319 717X · BNF: (FRcb14841701f (data)